lunedì 9 maggio 2022

Musei Vaticani e Uffizi creano NFT delle loro opere: ha davvero senso questa iniziativa?

L'iniziativa dei Musei Vaticani di creare un percorso espositivo sul Metaverso con le loro opere sotto forma di NFT annunciata nei giorni scorsi ha generato non poco interesse e clamore. Essa segue una notizia simile annunciata lo scorso anno dalle Gallerie degli Uffizi (che avevo già commentato in questo video).

Avevo già espresso le mie perplessità su questi iniziative che comunque, benché non tutti lo capiscano, tendono a controllare le riproduzioni di opere che invece sono di pubblico dominio e quindi sono patrimonio culturale dell'umanità, riproducibili da chiunque senza dover chiedere il permesso al museo che detiene l'esemplare originale. Queste iniziative sono l'applicazione – lasciatemi dire – distorta e distopica del principio giuridico espresso dall'art. 108 Codice Beni Culturali (e dal corrispondente art. 19 della legge vaticana sui beni culturali), norme che riservano al museo che ha in custodia il bene culturale il diritto di autorizzare alcuni tipi di riproduzioni e che molti studiosi autorevoli hanno criticato in quanto contrarie all'art. 14 della direttiva 2019/790.

Questa mattina ne ho parlato in una intervista telefonica per IusLaw Webradio. La radio dell'avvocatura, (che potete ascoltare in podcast cliccando qui) e in alcuni video pubblicati sui miei canali (che riporterò di seguito appena disponibili).



venerdì 1 aprile 2022

Ho realizzato un NFT con tutti i miei libri e i miei video: ricevilo gratuitamente

Con il supporto di alcuni colleghi esperti in cryptoassets, ho realizzato un NFT (Non Fungible Token) con tutti i miei libri fin qui pubblicati e con tutti i miei video divulgativi. Potete ottenerlo liberamente cliccando sul link riportato qui sotto. Il token sarà disponibile solo per qualche giorno e una volta acquisito comporterà per il suo titolare tutta una serie di cryptoprivilegi nella fruizione e nella diffusione dei miei libri e video. Una volta scaricato il file, potrete aprirlo e visionare le varie attività cui avrete accesso privilegiato e le varie possibilità di utilizzo sulle opere in esso contenute.

Anche se al momento non sono chiare a tutti le possibili applicazioni e i possibili utilizzi di questo token, consiglio vivamente di scaricarlo. Perché poi quando il metaverso sarà a un livello più avanzato si troveranno diverse applicazioni e potrebbe essere troppo tardi. Ripeto: il token è scaricabile solo per qualche giorno. Dopo lo rimuoverò. Cliccando sul link vi comparirà un form in cui inserire il vostro nome e indirizzo email; il sistema genererà automaticamente un token personalizzato e lo invierà all'indirizzo email fornito.

CLICCA QUI PER OTTENERE IL TUO TOKEN

Ringrazio tutti coloro che in queste settimane mi hanno supportato in questo progetto e che mi hanno così permesso di affacciarmi anch'io a questo interessantissimo mondo degli NFT di opere creative. Come tutti sappiamo, è la nuova frontiera della creatività digitale; e io non potevo rimanere fuori dal giro.

Chi avesse commenti e feedback su questa iniziativa (per me nuova e sperimentale), può esprimerli qui nei commenti; ne terrò sicuramente conto per il futuro. Grazie in anticipo.






mercoledì 30 marzo 2022

Registro delle opposizioni: il nuovo regolamento in Gazzetta Ufficiale

Nonostante l'atteso provvedimento con la riforma del cosiddetto "Registro delle opposizioni" fosse stato approvato nel Consiglio dei Ministri dello scorso 27 gennaio, solo ieri 29 marzo 2022 è stato pubblicato il relativo Decreto del Presidente della Repubblica. Le nuove norme saranno quindi in vigore dopo i canonici 15 giorni dalla pubblicazione, quindi dal prossimo 13 aprile.

La riforma è indubbiamente innovativa e impattante perché, mentre secondo la precedente norma (cioè il D.P.R. n. 178 del 2010) il Registro delle Opposizioni funzionava solo sulle utenze telefoniche fisse incluse in elenchi pubblici, ora vengono incluse tutte le utente telefoniche, anche mobili, inserite dai titolari nel registro.

L’articolo 7 del decreto stabilisce che il cittadino interessato "può chiedere al gestore del registro che la numerazione della quale è intestatario o il corrispondente indirizzo postale, riportato nei medesimi elenchi, siano iscritti nel registro per opporsi al trattamento di tali dati per fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale, effettuato mediante operatore con l’impiego del telefono o della posta cartacea nonché mediante sistemi automatizzati di chiamata o chiamate senza operatore".

Purtroppo però non basterà attendere il 13 aprile per giungere alla piena operatività del regolamento, dato che bisogna ancora passare attraverso la consultazione pubblica con gli operatori, le audizioni formali con i soggetti coinvolti, la messa a punto del regolamento tecnico e infine la stipula di una convenzione con la Fondazione Bordoni (cioè l'ente che ha attualmente in capo il registro per le numerazioni fisse). La deadline definitiva fissata dal decreto per questi adempimenti è il 31 luglio 2022. Speriamo che questa data venga rispettata.

Riporto di seguito il testo del decreto. Per approfondimenti rimando a questo articolo di corrierecomunicazioni.it.



martedì 29 marzo 2022

Proprietà intellettuale e digital marketing: il mio intervento per la scuola Digital Update

Nelle scorse settimane sono stato contattato da Alessandra Farabegoli, fondatrice della scuola Digital Update (assieme a Gianluca Diegoli) e autrice di alcune monografie per Apogeo Editore (tra cui "Marketing in un mondo digitale"). Mi è stato proposto di entrare a far parte del corpo docente della scuola e di iniziare con due incontri formativi sul tema "Proprietà intellettuale e digital marketing", di cui il primo quest'oggi e il secondo martedì prossimo.

I temi trattati in questo mio intervento saranno: introduzione al diritto della proprietà intellettuale, principi base di diritto d'autore, durata e portata dei diritti, riutilizzo delle opere altrui, il pubblico dominio, le licenze Creative Commons, la tutela delle campagne pubblicitarie (ai sensi del Codice di Autodisciplina Pubblicitaria), principi generali sui marchi e sugli altri segni distintivi, marchio di fatto vs marchio registrato, i nomi a dominio, cenni sugli atti di concorrenza sleale.




lunedì 21 marzo 2022

Carlo Piana eletto nel board della Open Source Initiative

Nei giorni scorsi si sono tenute le votazioni per il rinnovo del board (consiglio direttivo) di Open Source Initiative (OSI), principale ente no-profit a livello globale nell'ambito del software open source.

Le urne si sono chiuse poche ore fa e i risultati sono arrivati. Tra gli eletti c'è l'amico e collega avvocato Carlo Piana, a cui vanno le mie congratulazioni. Oltre a lui risultano eletti Pamela Chestek, Josh Berkus e Amanda Brock. Il comunicato completo qui: https://opensource.org/blog/2022-osi-board-election-results. Riporto di seguito un estratto tradotto in italiano:

Pamela Chestek è stata confermata ed è affiancata da Carlo Piana come consiglieri eletti dalle Organizzazioni Affiliate. Josh Berkus e Amanda Brock hanno raccolto i voti dei membri individuali.

L'OSI ringrazia tutti coloro che hanno partecipato alle elezioni del consiglio del 2022 votando e ponendo domande ai candidati. Vogliamo anche estendere la nostra più sincera gratitudine a tutti coloro che si sono candidati alle elezioni. Ogni anno l'OSI viene premiato con un'incredibile lista di candidati che si fanno avanti da tutta la comunità del software open source per supportare il lavoro dell'OSI e portare avanti la missione dell'OSI. I candidati per il 2022 sono stati ancora una volta straordinari: esperti provenienti da una varietà di campi e tecnologie con diverse competenze ed esperienze acquisite lavorando nella comunità open source. L'OSI è onorata di includere ciascuno dei candidati nelle nostre elezioni del 2022.



 ________________[EDIT del 22 marzo 2022]_________________

La mattina successiva alla notizia ho fatto questa videointervista a Carlo per raccogliere qualche impressione a caldo. Guardatela.

mercoledì 9 marzo 2022

Fra metaverso, NFT e proprietà intellettuale: mia intervista per IusLaw web radio

Nei giorni scorsi sono stato intervistato dal collega avvocato Angelo Marzo di IusLaw web radio - La radio dell'avvocatura sul tema della proprietà intellettuale applicata a temi controversi come il metaverso, la blockchain e gli NFT (Non Fungible Tokens). Il mio intervento è andato in onda nella puntata di venerdì 4 marzo del programma #SvegliatiAvvocatura.


vai al podcast dell'intervista


A questo link invece trovate altri spunti di approfondimento (con approccio critico) sugli stessi argomenti.


sabato 5 marzo 2022

Tre videopillole sugli open data

Oggi è l'International OpenDataDay 2022. Per l'occasione sono stato invitato dall'amico Antonio Faccioli di Fondazione Edulife a realizzare alcune videopillole sugli aspetti giuridici degli open data. Questi sono i titoli:

  • Il dato è open se la licenza è open
  • Perché per i dati servono licenze apposite? Colpa del diritto sui generis
  • Che fare con gli open data pubblici se manca la licenza? Il principio open by default

Le trovate sul sito https://video.olos311.org/ e anche sul mio profilo YouTube (vedi embedd qui sotto).


mercoledì 2 marzo 2022

Copyright e didattica online nell'era del COVID-19

Lo scorso autunno è uscito il libro “Il mondo della scuola ai tempi del Covid-19”, opera collettanea a cura di Paolo Maci, Elena Quarta e Manuela Rinaldi e pubblicato da Universitalia (vedi sito dell'editore).

Al suo interno si trova anche un mio contributo intitolato “Copyright e didattica online nell'era del COVID-19”. Il libro raccoglie gli atti del convegno omonimo tenutosi il 20 marzo 2021. È disponibile anche il video del mio intervento al convegno (vedi qui).

La versione pre-print del mio contributo scritto è invece scaricabile da Zenodo (qui) o da Slideshare (qui), sotto licenza Creative Commons BY-SA 4.0.

La copertina del libro

INDICE SOMMARIO DEL MIO CONTRIBUTO
1. Introduzione – 2. Colti impreparati, bisogna arrangiarsi – 3. Il diritto d’autore non si è fatto da parte – 4. Piattaforme web e controllo automatizzato del copyright – 5. L’esempio della proiezione di film a fini didattici – 6. L’esempio delle letture di libri sul web – 7. Conclusioni

domenica 20 febbraio 2022

Raccolta di post critici su blockchain, cryptovalute, NFT, metaverso e altre pseudo-innovazioni digitali

Raccolgo in questo post alcuni link a contenuti vari disponibili in rete che parlano di temi come blockchain, cryptovalute, NFT, metaverso e altre pseudo-innovazioni digitali con un approccio critico. Credo infatti che si tratti di temi su cui c'è molta retorica e un entusiasmo "drogato" da chi vuole fare speculazione o vuole semplicemente distrarre l'opinione pubblica con le classiche "buzzwords", cioè con parole di cui tutti parlano sull'onda emotiva e che in realtà si rivelano spesso vuote di significato o, ancora peggio, utilizzate a sproposito.

NOTA: questo post è in continuo aggiornamento e raccoglie sia post realizzati da me sia post trovati nel grande oceano di Internet ma degni di essere ricordati.


CONTENUTI REALIZZATI DA ME

Mi ha detto mio cuggino che gli Uffizi hanno messo il copyright su Michelangelo attraverso un NFT (11 feb 2022)

Diretta Facebook del 11 febbraio 2022 prendendo spunto da una trasmissione radio che ha parlato in modo abbastanza approssimativo dell'applicazione degli NFT (Non-Fungible Tokens) alle opere d'arte e ai beni culturali. LINK > https://www.youtube.com/watch?v=W0iu9_iITy4 

NFT come strumento di gestione della proprietà intellettuale: ha davvero senso? (16 feb 2022)

Prendendo spunto dall'articolo "Nft e metaverso sono l'ultima frontiera della pirateria musicale" di Enzo Mazza (Repubblica.it, 14 feb.2022), faccio qualche riflessione a braccio sull'utilizzo dei non-fungible tokens (NFT) come strumento di gestione e tutela della proprietà intellettuale. LINK > https://www.youtube.com/watch?v=wLlpfiYtGis 


CONTENUTI TROVATI/SELEZIONATI IN RETE 

Brian Eno is not a fan of NFTs. ‘Right now, I mainly see hustlers looking for suckers,’ says the ambient music pioneer (20 dic 2021)

Dichiarazione del musicista Brian Eno contro gli NFT che a suo avviso non sono un nuovo mercato ma solo un esca per "babbei". LINK > https://www.theverge.com/2021/12/20/22846654/brian-eno-nft-crypto-skeptical-morozov-suckers 

Davide Carboni mette in luce un problema tecnico degli NFT molto determinante (gen 2022)

Estratto: "Acquistare una busta da lettera ben sigillata con delle cartoline dentro è l’equivalente dell’acquisto di un NFT con una risorsa linkata su IPFS. Mentre se il link è verso risorse in un server HTTP gestito da chi vi ha venduto l’nft allora è come ricevere una busta da lettera aperta, il cui contenuto dipende dall’umore di chi ve l’ha venduto."  Leggi il post LinkedIn integrale. LINK > https://www.linkedin.com/feed/update/urn:li:activity:6892850343093641216/.

Il metaverso non esiste! E non esisterà... (31 gen 2022)

Una diretta social (fatta un po' "di pancia" ma molto efficace e chiara) del divulgatore Marco Camisani Calzolari. LINK > https://youtu.be/QQmtbz6_iQQ 

Il Kazakistan e l’impatto del bitcoin: i rischi di un tragico esperimento sociale (28 gen 2022)

Articolo di Davide Bennato pubblicato il 28 gennaio 2022 su AgendaDigitale.eu. Abstract: "I recenti disordini legati alla crisi energetica in Kazakistan, legati all’economia bitcoin, dimostrano che le dinamiche sociali e computazionali della società digitale stanno delineando un mondo fuori controllo in cui le crisi sono rapidissime da innescare ma difficilissime da risolvere. Ecco i rischi." LINK > https://www.agendadigitale.eu/cittadinanza-digitale/pagamenti-digitali/il-kazakistan-e-limpatto-del-bitcoin-i-rischi-di-un-tragico-esperimento-sociale/ 

Nft e metaverso sono l'ultima frontiera della pirateria musicale (14 feb 2022)

Articolo di Enzo Mazza (CEO e portavoce di FIMI Federazione dell’Industria Musicale Italiana uscito su Repubblica.it il 14 febbraio 2022). LINK > https://www.repubblica.it/tecnologia/blog/lettere/2022/02/14/news/nft_e_metaverso_nel_mercato_musicale_si_moltiplicando_le_frodi_e_gli_assalti_dei_pirati-337703512/

FCKNFT - Manifesto per la libertà dell’arte e del pensiero digitali

Interessante testo realizzato e pubblicato Lorenzo Ceccotti (aka LRNZ), artista che vive e lavora a Roma. Versione più recente: Ver. 1.0 del 7/2/2022. LINK > https://www.lrnz.it/fcknft 

The Crypto Syllabus - sito web di approfondimento sul tema con approccio sobrio e critico

"Il Crypto Syllabus fornirà risorse intellettuali per aiutare a comprendere molti dei fenomeni raggruppati sotto l'etichetta "crypto", dalle blockchain agli NFT ai DAO ai CBDC. È una collaborazione tra The Syllabus, un'iniziativa di curatela della conoscenza, e la sua istituzione gemella, una nuova organizzazione no-profit chiamata The Center for the Advancement of Infrastructural Imagination. Pubblicheremo interviste, elenchi di lettura, bibliografie, elenchi di esperti che i media dovrebbero intervistare e molto altro ancora." LINK > https://the-crypto-syllabus.com/ 

Quanto è davvero decentralizzato il web decentralizzato? (4 aprile 2022)

Ottimo articolo di PIeto Minto per IlPost.it che spiega il grande controsenso del cosiddetto WEB3... e cioè il fatto che alla fine quello che molti chiamano WEB3 in realtà passa comunque da tecnologie tipiche del WEB2.

Breve estratto: «A criticare l’ambigua definizione di decentralizzazione proposta dal Web3 è stato anche Moxie Marlinspike, imprenditore esperto di crittografia e fondatore di Signal. Lo scorso gennaio ha pubblicato un post sul suo blog in cui ha raccontato la sua travagliata esperienza con il web3, in particolare con la creazione e la messa in vendita di un NFT. Per farlo, ha utilizzato dei servizi appositi chiamati Dapp (DecentralizedApplication), pensati per funzionare sulla #blockchain. Queste Dapp però finiscono per avere bisogno di un tramite tra l’utente e la blockchain stessa, perché la blockchain non può girare sul dispositivo mobile (o sul tuo browser desktop). L’unico modo di farlo, quindi, è di interagirci attraverso un nodo attivo in un server remoto da qualche parte, in pieno stile Web 2.0.» LINK > https://www.ilpost.it/2022/04/04/web3-decentralizzato/

domenica 30 gennaio 2022

La proprietà intellettuale sui modelli di previsione e di profilazione: mio articolo per la rivista Ragion Pratica

Lo scorso mese di dicembre è stato pubblicato un mio articolo intitolato "La proprietà intellettuale sui modelli di previsione e di profilazione", contributo in risposta alla call for papers “Governare l'intelligenza artificiale” per la rivista “Ragion pratica”, n. 57, fascicolo 2, dicembre 2021 (editore: Il Mulino). Per leggere l'articolo seguite questo link https://www.rivisteweb.it/doi/10.1415/102319.

La call for papers era strettamente connessa alla tavola rotonda online intitolata "L'IA MIA: di chi è l'intelligenza artificiale?", organizzata per l'Università di Milano-Bicocca dai professori Andrea Rossetti e Federico Cabitza il 20 gennaio 2021, all'interno della quale avevo tenuto un mio intervento (vedi video e slides).

Condivido di seguito abstract (in italiano e inglese), parole chiave, e indice sommario del mio contributo.


Abstract (in Italiano)

I modelli di previsione e di profilazione sono diventati un importante protagonista del mercato di oggi e si collocano indubbiamente nel più ampio genus dei sistemi di intelligenza artificiale, come confermato anche dalle recenti definizioni fornite dal legislatore europeo. Trattandosi di creazioni intellettuali complesse che richiedono elevate competenze e ingenti investimenti, si pone il problema della loro tutela sul piano della cosiddetta proprietà intellettuale. In questo articolo si fornisce un inquadramento generale dei modelli dal punto di vista giuridico, procedendo per assimilazione alle varie forme di creazione intellettuale già codificate dal diritto industriale. Si passa poi a individuare i diritti di privativa che entrano in gioco, con i relativi soggetti titolari e limiti di applicazione. Infine si descrivono una serie di scenari per meglio comprendere (e quindi inquadrare giuridicamente) i rapporti di derivazione tra le informazioni fornite a un modello (input), le informazioni in uscita (output) e il modello stesso, menzionando anche il caso degli open data.


Abstract (in Inglese)

Forecasting and profiling models have become an important player in today's market and are undoubtedly part of the broader genus of artificial intelligence systems, as also confirmed by the recent definitions provided by the European legislator. Since they are complex intellectual creations that require high skills and huge investments, it is important to reflect on their protection in terms of so-called intellectual property. This article provides a general overview of forecasting/profiling models from a legal point of view, proceeding by assimilation to the various forms of intellectual creation already codified by IP law. It then goes on to identify the exclusive rights that come into play, with the relative owners and limits of application. Finally, a series of scenarios are described to better understand (and therefore legally contextualize) the derivation relationships between the information provided to a model (input), the output information and the model itself, also mentioning the case of open data.


Parole chiave

intellectual property, copyright, patent, forecasting model, profiling model, artificial intelligence, big data, open data, database, data, derivative work.


Indice sommario

1. Modello in che senso

1.1. Modello come semplice espressione matematica

1.2. Modello come metodo 

1.3. Modello come procedimento

1.4. Modello come computer implemented invention

1.5. Modello come software

1.6. Modello come opera complessa

2. Modelli e intelligenza artificiale

3. I diritti di proprietà intellettuale che entrano in gioco

3.1. Diritti a tutela del software

3.2. Diritti a tutela delle banche dati

3.3. Diritti a tutela del concept

3.4. Segreto e accordi di riservatezza

4. Rapporti di derivazione tra input, output e modello

4.1. Principali scenari

4.2. Il caso degli open data

5. Conclusioni