mercoledì 7 luglio 2021

Big data licensing: video del mio seminario per l'Università di Milano

A fronte di molte richieste, condivido video e slides del mio seminario "Big data licensing" tenuto il 16 giugno scorso nell'ambito del Corso di perfezionamento "Big data, artificial intelligence e piattaforme" dell'Università degli Studi di Milano.

Il seminario è strutturato in cinque parti e vuole porsi come approfondimento e ideale raccordo tra la lezione "Data asset protection" di Giorgio Spedicato (15 giugno), la lezione "Open data" di Fernanda Faini (1 luglio) e la lezione "Dati pubblici e smart cities" di Gabriele Suffia (1 luglio). A questo link trovate il programma completo di tutte le lezioni del corso.

Di seguito riporto l'embedd dei cinque video corrispondenti alle cinque parti del seminario. Le slides sono disponibili su SlideShare qui.




Parte 1 - Premesse concettuali (e qualche provocazione preliminare)


Parte 2 - La proprietà intellettuale sui dati


Parte 3 - Le licenze d’uso per banche dati


Parte 4 - Le licenze per dati aperti (open data)


Parte 5 - Gli open data pubblici e il principio open by default


sabato 3 luglio 2021

A Bologna la nuova summer school in web and social media archiving: i temi del mio intervento

Oltre alla Summer School IANUA (vedi precedente post), sono stato coinvolto come docente anche nella Summer School in "Web and social media archiving and preservation" per la prima volta proposta dal Dipartimento di Beni culturali dell'Università degli Studi di Bologna e programmata per la settimana compresa tra lunedì 6 e venerdì 10 settembre 2021. L'iniziativa, che si terrà interamente online, vede la collaborazione della Fondazione Flaminia e il patrocinio delle associazioni ANAI, AIDUSA, AIB, SISBB e AIUCD. Il termine per le iscrizioni è fissato al 23 agosto.

Secondo quanto spiegato dal sito ufficiale (vedi),

La Summer School intende offrire una formazione di alto livello sui temi emergenti dell’archiviazione e conservazione dei siti web e dei social media, che rappresentano una nuova e diversificata tipologia di materiale la cui conservazione è imprescindibile per tutta una serie di ambiti scientifici (si pensi alla ricerca storica, sociologica, antropologica, etc.) ai fini della futura ricostruzione dell’attuale civiltà. La Summer School intende anche fornire le conoscenze e le competenze necessarie per favorire lo sviluppo di nuove professionalità ed avviare nuovi percorsi lavorativi da parte dei discenti interessati.

La Summer School è rivolta a professionisti dei beni culturali (archivisti, bibliotecari, operatori museali), informatici, funzionari di enti pubblici ed aziende private e a studenti/dottorandi in Library and information science e in Digital humanities e, in generale, a tutti coloro che sono interessati alle questioni legate all’archiviazione e alla conservazione dei siti web, dei blog, dei social media, etc. I partecipanti acquisiranno conoscenze e competenze tecnico-teoriche spendibili in diversi contesti interdisciplinari.

Il mio intervento è previsto per venerdì 10 settembre e tratterà per tutta la mattinata i seguenti temi:

Il diritto d'autore nel web e nel social media archiving; le varie tipologie di licenze e il loro impatto nell'archiviazione del web; la tutela delle fotografie e delle opere letterarie sul web; la tutela delle banche dati e gli open data

Nel pomeriggio farò poi un'ulteriore intervento di un'ora sui seguenti temi:

La tutela della privacy e dei dati personali presenti su siti web e social media: il quadro normativo di riferimento e il GDPR; il diritto alla cancellazione del dato e il diritto all'oblio.

A questo link è possibile leggere il programma completo (che vede altri illustri docenti) e scaricare la locandina.



venerdì 2 luglio 2021

Open Access, open data e software libero: se ne parla alla Summer School IANUA 2021

L'estate non è sempre periodo di pausa per chi come me lavora nel campo della formazione specialistica. Quest'anno sono stato infatti coinvolto in ben due summer school di cui la prima è la IANUA Summer School attivata presso la Scuola Superiore dell'Università di Genova e programmata per i giorni dal 15 al 24 luglio 2021. 

Come si spiega sul sito ufficiale dell'iniziativa, IANUA Summer School è

un evento di formazione di base comune a tutti gli indirizzi; è articolata su tematiche trasversali, affrontate in senso sia multi- sia inter-disciplinare e contribuisce all’arricchimento scientifico e culturale nonché alla crescita professionale degli Allievi. Nei tre giorni di lavoro, ispirati e coadiuvati dai relatori nazionali e internazionali e dai docenti dell’Università di Genova, gli Allievi IANUA provenienti da tutti i corsi di studio dell’Ateneo studiano e lavorano insieme mettendo a frutto le opportunità di crescita personale, di arricchimento scientifico e culturale e di sviluppo di una rete sia sociale sia professionale offerte dalla IANUA Summer School.

Quest'anno il programma per il "Livello Magistrale - Secondo Anno" (vedi tabella riportata qui sotto) prevede interessanti interventi su temi a me cari come l'Open Access, il software libero e l'open data, oltre ad altre testimonianze su temi di frontiera che toccano l'ambito dell'innovazione e della gestione della proprietà intellettuale. Il mio intervento, in programma per il pomeriggio del 16 luglio, è inserito nel modulo "Informazione scientifica: tra libertà e trappole" (responsabile: Prof. Lucio Marinelli), riguarderà il tema "La sfida degli Open Data: problematiche, tecnologie e prospettive" e vedrà come relatori anche Dario Menasce (INFN, Milano) e Marina Rui (Università di Genova). Tra gli altri docenti coinvolti: Marco Ciurcina, Costantino Pessone, Gregorio Bisso, Giuseppe Sanseverino.