giovedì 23 dicembre 2021

Primo provvedimento di un tribunale italiano a tutela del software libero: storica ordinanza a Venezia

Udite Udite! Abbiamo il primo precedente giudiziale italiano sul rispetto di una licenza di software libero/open source. È successo al Tribunale di Venezia che lo scorso 13 dicembre ha concesso un'ordinanza cautelare in una causa che vede come ricorrente la Ovation S.r.l. di Venezia, assistita dai colleghi avvocati Carlo Piana e Alberto Pianon (del network https://array.eu/). Riporto in breve il comunicato stampa che riassume i termini della vicenda (il comunicato originale disponibile anche in inglese si trova a questa pagina).

- - - - - -

La vicenda nasce da un ricorso di Ovation S.r.l., società titolare del software Dynamic.ooo – Dynamic Content for Elementor, tra i principali plugin per #Elementor, il più importante page builder al mondo per creare siti internet con #WordPress.

Il codice, distribuito attraverso la licenza GPLv3, era stato redistribuito da un’azienda concorrente fondata da due ex sviluppatori usciti dal team di sviluppo di Dynamic.ooo, senza però rispettare le chiare indicazioni della licenza.

In particolare l’azienda condannata aveva sì legittimamente derivato l’opera da Dynamic.ooo, possibilità prevista dalla licenza, ma l’ha distribuita in violazione delle regole della #GNU #GPL, cioè senza inserire menzioni di modifica e senza indicare il titolare dei diritti originari. La stessa aveva poi continuato il comportamento illecito nonostante la formale comunicazione di “Termination”.

La storica decisione del Tribunale di Venezia ha riconosciuto dunque pieno valore legale alle licenze GPL, segnando un importante passo in avanti per la salvaguardia del Software Libero, e chiarendo in particolare il fatto che “Libero” non significa esente da doveri o da regole.

Il Giudice, con la sua pronuncia, ha chiarito infatti con forza che il Software Libero attribuisce diritti e doveri a chi lo utilizza, per questi motivi ha condannato l’azienda concorrente all’immediata rimozione del codice copiato e alla pubblicazione di un estratto della decisione nel proprio sito e nei canali social, applicando la normativa vigente in materia di tutela del diritto d’autore in materia di software.

Il dispositivo del provvedimento è il seguente:

Il Giudice, visti gli artt. 156 l.d.a., 700 c.p.c.,

- ingiunge alle parti resistenti (Marco Poglie, Francesco Pesce e Nerds Farm Srl) di cessare ogni utilizzo accessibile al pubblico, nonché ogni pubblicazione, del software denominato E-addons for Elementor, se non dopo aver eliminato ogni ricorrenza (salve massimo 500 linee) del codice già contenuto nella versione 1.9.5.2 di Dynamic Content for Elementor, prodotto sub doc.2 di parte ricorrente, entro sette giorni dalla comunicazione del presente provvedimento.

- Fissa una penale a carico dei resistenti (a carico di ciascun autore della violazione) pari a euro 100 per ogni giorno di ritardo nell’adempimento rispetto a tale data, fino al quindicesimo giorno dalla comunicazione del provvedimento; e 300 per ogni giorno di ritardo successivo al quindicesimo dalla comunicazione del provvedimento.

- Ordina la pubblicazione per estratto del presente dispositivo, a cura e spese delle parti resistenti tra loro, in una pagina del proprio sito web e-addons.com, con un richiamo in home page in caratteri doppi a quelli normali del sito; e allo stesso modo nella propria pagina ufficiale su Facebook.

- Pone a carico dei resistenti le spese di lite della ricorrente, per euro 5.000,00 in compensi, 545,00 in esborsi, oltre 15% spese generali, oltre iva e cpa.




sabato 27 novembre 2021

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto di recepimento della direttiva copyright

Dopo la. notizia dell'avvenuta approvazione da parte del Consiglio dei Ministri dello scorso 4 novembre e della successiva firma da aprte del Capo dello Stato, pochi minuti fa è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DECRETO LEGISLATIVO 8 novembre 2021, n. 177 Attuazione della direttiva (UE) 2019/790 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 aprile 2019, sul diritto d'autore e sui diritti connessi nel mercato unico digitale e che modifica le direttive 96/9/CE e 2001/29/CE.

Lo riporto di seguito pedissequamente; riporto anche il PDF tratto dalla Gazzetta Ufficiale. [vedi Gazzetta Ufficiale]


martedì 16 novembre 2021

Time4London: a very unreliable company

Time4London, a company which offers free advice and counselling to people from all parts of the world, including several accommodation solutions, English courses, job seeking assistance and general welfare. It is a very unreliable company; they collect customers on social media but it is not clear if they have a solid company structure and a real operational headquarters in London. They ask for payment in advance and then fail to meet their obligations; if you complain via email or via Facebook they do not reply, or they reply very late and in a vague and inefficient way. 

If you try to call the indicated telephone number (+44 7783 100175) they do not answer or you find people who clearly do not know how to behave and manage customers (probably this is a simple outsourcing call center, but not a real employee of the company). The only contact you can get via email is from a certain Ana Carrasco Contreras who calls herself "Head of Administration", but looking on LinkedIn and other social media she looks more like a student who is doing an internship and not a real manager . Also her number (+34 674 09 52 87) has a Spanish prefix which is a strange thing for a company based in London; in any case, even that number does not answer anyone.

I turned the matter over to a lawyer to ask for the money back. I urge everyone to be very careful about giving money to less serious companies like this one. Obviously I have all the proofs of what I wrote and I can send them upon specific request.


lunedì 8 novembre 2021

A Padova Gemini Festival: la festa delle Radio indipendenti con un dibattito sul diritto d'autore

Da venerdì 19 a domenica 21 novembre presso il CSO Pedro di Padova si terrà la seconda edizione di "Gemini Festival, la festa delle Radio indipendenti", un evento organizzato da Gemini Network.

Assieme ad Adriano Bonforti di Patamu.com sarò protagonista del dibattito sul diritto d'autore che si terrà sabato 20 dalle ore 18 alle ore 19:30. Ingresso libero.

L’evento si svolgerà all’interno, sarà quindi importante adottare alcune precauzioni. Nel caso non vi foste ancora vaccinati verrà allestita un'area tamponi che saranno disponibili a prezzo di costo. Ricordiamo di igienizzare spesso le mani e tenere la mascherina nel caso non ci si senta a proprio agio all’interno del centro sociale.

Dettagli e programma completo dell'evento si trova sul sito ufficiale https://gemininetwork.it/torna-gemini-festival-la-festa-delle-radio-indipendenti/.




_____________[EDIT]______________


È possibile ascoltare il dibattito in versione podcast a questo indirizzo: https://gemininetwork.it/gemini-festival-2-0-diritto-dautore-con-simone-aliprandi-e-adriano-bonforti/

Riporto anche alcune belle foto scattate da Sherwood Foto e altre scattate da me prima e durante il dibattito.










mercoledì 3 novembre 2021

La direttiva sul copyright: scenari ancora aperti e sfide da raccogliere. Convegno a UniVR

Lunedì 22 novembre 2021 alle ore 15 presso l'Università di Verona (Aula T.1, Polo Zanotto, viale Università, 2) si terrà il convegno dal titolo "La direttiva sul copyright: scenari ancora aperti e sfide da raccogliere" che tratta un tema molto attuale e vede relatori di spicco.

Come alcuni sapranno, nel 2019 è stata approvata una discussa direttiva UE sul diritto d'autore nel mercato unico, occasione attesissima per innovare la normativa in materia dei paesi europei e per renderla più consona al contesto digitale. Quali sono le principali novità introdotte dalla direttiva? È stato un passo rivoluzionario oppure un'occasione persa? Quali sono le questioni ancora da chiarire? Perché il legislatore italiano ha ritardato tanto l'approvazione del decreto attuativo? 

Di questi e di altri spunti discuteremo a Verona, secondo il seguente programma. Siete tutti invitati a partecipare e a diffondere la notizia.

_______________________________________


SALUTI DI BENVENUTO:
    Arnaldo Soldani / Direttore Dipartimento Culture e Civiltà / Università degli Studi di Verona

INTRODUCE:
    Federica Formiga / Università degli Studi di Verona

MODERA:
    Simone Aliprandi / Avvocato e formatore

INTERVENGONO:

  • Marco Ricolfi / Università degli Studi di Torino
    La direttiva europea e la sua attuazione tra interessi protetti e regolazione delle piattaforme digitali
  • Laura Chimienti / Consulente in proprietà intellettuale
    Diritti esclusivi: nuove eccezioni e limitazioni
  • Giuseppe Mazziotti / Trinity College of Dublin
    Il ruolo delle piattaforme di condivisione: scenari attuali e futuri, alla luce dell'esperienza europea e americana
  • Alessandro Galimberti / Il Sole 24 Ore
    Il recepimento della direttiva Copyright: presupposto per la sostenibilità del settore dell’editoria e per l’indipendenza dell’informazione professionale
  • Rossana Ducato / University of Aberdeen
    Le nuove eccezioni per il text and data mining: implicazioni in ambito editoriale
  • Piero Attanasio / AIE
    Conclusioni da non giuristi: l'Associazione Italiana Editori si confronta

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE:
Partecipazione gratuita. Ingresso consentito solo con Green pass. Registrazione obbligatoria attraverso questa pagina web: https://copyright.mastereditoriaverona.it/.

LA LOCANDINA: