lunedì 6 gennaio 2020

La foto "artefatta" dell'Australia in fiamme e la stupidità dei social media

Molti in questi giorni hanno diffuso questa immagine indubbiamente forte e suggestiva dell'Australia in fiamme.


Pochi però hanno capito che si tratta di un'immagine realizzata sovrapponendo varie immagini scattate dalla NASA nell'arco di un mese (vedi spiegazione qui). In sostanza l'immagine è una mappa delle aree andate a fuoco; non una fotografia dell'Australia in fiamme.
L'immagine quindi non è "falsa", perché effettivamente è stata diffusa dalla NASA e rappresenta una situazione reale; ma falso è il senso che le è stato generalmente attribuito dagli utenti. Ovviamente era possibile accorgersene e quindi evitare di diffondere post "bufale" facendo una di queste due azioni prima di condividere: 1) farsi qualche domanda sulla sua veridicità; 2) aprire il link che la accompagnava e leggere il post. Ormai sui social si è persa l'abitudine di fare entrambe le azioni. Questo è un ottimo caso di studio per mostrare come è facile che sui social media vengano diffuse informazioni distorte o non veritiere, anche quando il contenuto di partenza è "buono" e "buoni" sono gli intenti degli utenti.

[EDIT: a seguito di alcuni commenti (assurdi) ricevuti sui social media, tengo a precisare che lo scopo del post non è affatto quello di sminuire la portata della catastrofe australiana, ma solo quello di riflette sui meccanismi distorti della comunicazione web. Chi gestisce questa pagina è il primo a essere sconvolto e preoccupato per le catastrofi ambientali di questi anni; lo si può notare facilmente andando indietro di qualche post nella pagina. E per favore piantatela con i commenti del tipo "però l'immagine serviva a destare le coscienze!" o ancora peggio "è il concetto quello che conta!"; nessuno qui sta mettendo in dubbio il concetto, semplicemente gli utenti hanno frainteso perché ciò che era ben spiegato nel post della NASA in realtà è stato letto e compreso da un parte minore degli utenti che hanno condiviso l'immagine. Tutti gli altri si sono fermati all'immagine, aggiungendovi commenti alquanto fuorvianti.]

Nessun commento: