mercoledì 20 maggio 2015

Troppo difficile aprire un allegato PDF (secondo il Tribunale di Venezia). Ennesima perla sul PCT

Su segnalazione dell'amico e collega Carlo Piana, condivido con voi l'ennesima perla (forse una delle più surreali fin qui registrate) relativa al Processo Civile Telematico e in generale alla digitalizzazione della giustizia.
Il Tribunale di Venezia ritiene "giustificata l'omissione del procuratore ricorrente per la difficoltà di ingranare con i meccanismi del PCT nella prima fase"; il procuratore infatti aveva ricevuto una comunicazione via PEC ma si era limitato a leggere il messaggio dell'email senza capire di dover aprire l'allegato PDF (chiamandolo tra l'altro "Allegato Acrobat").
[Vi prego, uccidetemi.]





6 commenti:

Enio ha detto...

Scandaloso, braccia tolte alle miniere

Michele Ricciardi ha detto...

Secondo me al magistrato giudicante deve essere capitato qualcosa di simile ed avrà pensato che se si era sbagliato lui stesso, era possibile sbgliarsi senza colpa.
D'altra parte, pensate se da domani la lingia del processo fosse l'inglese, quanti errori verrebbero perdonati? Tantissimi, sono certo. Come sono certo che l'inglese è molto meno ostico della pec, per molti Colleghi.

Carlo ha detto...

ma come, non sono i piu produttivi d'Europa i magistrati italiani?

Pietro De Nicolao ha detto...

"consolle" :D

Anonimo ha detto...

"a ribadito" :D

dariolynx ha detto...

ma... allora non è vero che
la legge non ammette ignoranza.