giovedì 19 febbraio 2015

Copie di cortesia: altro caso assurdo. Il giudice ne dispone espressamente la consegna

Sulla scia del clamore suscitato dal provvedimento circolato ieri e nel quale il Tribunale di Milano condannava ex art. 96 c.p.c. la parte che non aveva consegnato le copie di cortesia, in rete sono comparsi altri esempi di questa assurdo orientamento. Ne riportiamo un altro, sempre proveniente dal Tribunale di Milano, basato sul mancato rispetto del discusso protocollo tra Tribunale e Ordine degli Avvocati in materia di copie di cortesia.

Può interessarti anche...
Processo telematico: l'idiozia della copia di cortesia entra in giurisprudenza



1 commento:

Anonimo ha detto...

A prescindere dalla irragionevolezza della questione (che, insieme ad altre, fa sorgere più di un dubbio in merito ai reali vantaggi del processo telematico) ci si dovrebbe chiedere il motivo dell'esistenza di questa previsione nel protocollo sottoscritto anche dal consiglio dell'ordine.
Prima di lamentarsi del giudice, io mi lamenterei di coloro i quali, da rappresentanti degli avvocati, hanno sottoscritto il tutto