lunedì 5 gennaio 2015

Il processo telematico e i problemi con gli antivirus

Su espresso invito di Stefano Baldoni (che ringrazio) ripubblico qui un utile post uscito sulla pagina Facebook di SL PCT, dedicato ai problemi che si possono incontrare con alcuni antivirus nell'uso del processo telematico. Ovviamente, si tratta di problemi più che altro avvertiti da coloro che utilizzano Windows, ma è anche vero che, salvo rare eccezioni, buona parte degli applicativi per il PCT gira solo su Windows. Vedi post originale su Facebook

Può interessarti anche:
- Processo Civile Telematico su Linux (e low cost)
- Software gratuiti per il processo civile telematico (redattori di atti)


Come già noto vari antivirus creano dei problemi con l'installazione di SLpct e alcuni anche con l'utilizzo della firma digitale e l'accesso al polisweb. Riguardo il primo problema è generalmente sufficiente disabilitarli temporanemante in fase di download ed installazione, per i problemi riguardanti l'utilizzo dei dispositivi di autenticazione l'unica soluzione è cambiare antivirus.

1) MSE (Microsoft Security Essential) è l'antivirus di casa Microsoft, nativo in windows 8.0 e 8.1 ma installabile anche su Windows 7. E' molto ben integrato con Windows, discretamente efficace, leggerissimo e non dà problemi di nessun genere. Non può però essere installato su Windows XP.

2) AVG free: la versione free non ha dato finora nessun problema, c'è solo da fare attenzione quando richiede l'aggiornamente: in tal caso è facile installare la versione di prova completa, che oltre ad essere a pagamento blocca parecchie applicazioni, inoltre non è poi semplicissimo tornare alla versione free.

3) Kaspersky, antivirus a pagamento disponibile in varie versioni. Molto efficace e PCT friendly. Non è gratuito ma offre una protezione migliore di quelli free.

4) NOD 32, anche questo è a pagamento (esiste una versione di prova della durata di 30 gg.). Sicuramente efficace e preferibile agli antivirus gratuiti. Attenzione, le versioni free sono degli specchietti per le allodole, spesso scaricabili da siti pieni di malware tipo softonic!

Da evitare invece Norton Antivirus, Avast free, Avira free, Panda. Soprattutto con gli ultimi aggiornamenti hanno creato grossi problemi, sia cancellando erroneamente il software di installazione di SLpct e JCE, che impedendo l'utilizzo dei dispositivi di firma in varie maniere.

Il mio consiglio è, se non volete acquistare un buon Antivirus a pagamento (ma forse 30 euro l'anno potrebbero rappresentare un buon investimento), di utilizzare MSE: dà la stessa protezione di altri gratuiti, è perfettamente integrato con i prodotti Microsoft e non tenta di ingannarvi installando le relative versioni a pagamento. AVG free rimane una buona scelta per chi ancora si ostina ad utilizzare Windows XP (tra cui lo scrivente).
Resta inteso che la presente, lungi da essere una lista esaustiva di quanto offre il mercato, è solo un riassunto delle esperienze pratiche sul campo. Ovviamente qualsiasi segnalazione è ben accetta ed eventualmente integreremo il presente post con le vostre osservazioni.

Nessun commento: