lunedì 10 novembre 2014

Il copyright degli enti pubblici e il principio open by default: webinar per Regione Lombardia

Giovedì 13 novembre 2014 dalle 12:00 alle 13:00 ho tenuto per il portale di e-learning della Regione Lombardia il secondo di un ciclo di tre appuntamenti mirati ad approfondire i fondamenti giuridici del fenomeno open data.
Dopo aver delineato i meccanismi di base della tutela giuridica dei dati (nell'incontro del 29 ottobre intitolato Quali diritti sui dati?), in questo secondo appuntamento (intitolato invece "Il copyright degli enti pubblici e il principio open by default") abbiamo spiegato in quali termini la legge italiana attribuisce un copyright agli enti pubblici e come esso può entrare in gioco in ottica open data. Successivamente ho presentato il particolare funzionamento del cosiddetto principio “open by default” su dati e documenti pubblicati dalle PA, che nel 2012 è stato introdotto nella legislazione italiana.
Nello specifico ci siamo occupati del copyright degli enti pubblici secondo la legge 633/1941 (articoli 5 e 11), del principio open by default introdotto nel 2012 con il decreto Crescita 2.0 e ribadito dal decreto Trasparenza e di un commento al nuovo testo dell'articolo 52 del Codice dell'amministrazione digitale.
Fonte principale dei contenuti del seminario è stata ancora una volta il libro “Il fenomeno open data. Indicazioni e norme per un mondo di dati aperti” (disponibile online su www.aliprandi.org/fenomeno-opendata).
Il ciclo di webinar si rivolge prima di tutto ad amministratori e funzionari della PA lombarda (quali comuni, province, comunità montane ecc…), ma è aperto a tutti coloro che sono interessati ad accrescere le proprie conoscenze su vari temi legati al digitale. L’iniziativa si pone all’interno di ambiti d’azione dell’Agenda Digitale Lombarda riguardanti la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico e la diffusione di competenze digitali. I dettagli sui successivi appuntamenti verranno forniti prossimamente.

Il filmato integrale del webinar



Le slides del webinar


Nessun commento: