giovedì 10 luglio 2014

Il non prezzo della privacy ha un prezzo

Prendendo il LA dal tema delicato della transizione di molti atenei pubblici italiani a Gmail (come segnalato a suo tempo da Andrea Rossetti e recentemente anche da Luciano Paccagnella) e approfondendo una riflessione fatta qualche mese fa da Gianluigi Marino, segnalo un mio articolo dal titolo "Il non prezzo della privacy ha un prezzo", uscito oggi su MySolution Post.
Una riflessione (che vi invito a leggere attentamente) su cosa succede quando si paga un servizio in "privacy" invece che in euro.

- - - - - - -

Qual è il prezzo della privacy? Ce lo chiediamo in molti e nessuno riesce a fornire una risposta. Un problema non da poco dato che la privacy sembra essere il bene di scambio per eccellenza nel mercato dei servizi Internet. Pensare che servizi come Facebook e Gmail siano gratuiti per il semplice fatto che non richiedono una transazione monetaria è una delle grandi ingenuità dei nostri tempi. “Sono gratis perché ti fanno vedere la pubblicità e quindi si ripagano in quel modo” obbiettano i più miopi tra gli ingenui, senza sapere che l'aspetto dell'advertising in... [continua a leggere]

Nessun commento: