lunedì 24 febbraio 2014

Eventi con musica Creative Commons: un vedemcum per gli adempimenti

Come annunciato in occasione dell'evento CCIT2013 tenutosi a Torino lo scorso 30 novembre, Creative Commons Italia ha promosso e curato la redazione di un vademecum ad uso di esecutori, organizzatori e gestori di locali relativo agli adempimenti necessari in caso di esecuzione dal vivo o comunicazione al pubblico di brani distribuiti con licenze CC.
E' questo infatti di uno dei temi più caldi e più discussi sulle mailing list di Creative Commons e in generale in seno alla community del copyleft; e più volte è stata segnalata la necessità di un documento di riferimento per districarsi tra le norme e la burocrazia.

A fare il primo annuncio è stato Claudio Artusio di CC Italia proprio con un messaggio nella mailing list italiana di CC lo scorso gennaio, con il quale ha invitato tutta la community a prendere visione di una bozza già predisposta grazie al contributo degli uditori del Progetto SeLiLi e disponibile come file "aperto" su Google Docs.
La bozza è rimasta aperta ai commenti di chiunque ritenesse di poter apportare un utile contributo ufficialmente fino al 27 gennaio 2014.
A fine febbraio è stata pubblicata la versione definitiva del vademecum, che comunque rimane un potenziale work in progress per aggiornamenti e aggiunte.

"Eseguire in pubblico musica in Creative Commons"

Ecco un estratto del comunicato datato 24 febbraio 2014.
Il vademecum è stato realizzato raccogliendo le numerose richieste di chiarimenti, ricevute nel corso degli anni dal progetto SeLiLi, in un testo che esamina unitariamente i quesiti più frequenti sugli adempimenti previsti per legge in caso di intrattenimenti pubblici. Il vademecum è stato redatto con il contributo degli uditori del progetto SeLiLi, in particolare grazie agli spunti e alle osservazioni di Simone Aliprandi, Deborah De Angelis, Giovanni Battista Gallus ed Ermanno Pandoli.
Il testo, come detto, resterà aperto ad ulteriori commenti e integrazioni su Google Docs all'indirizzo http://bit.ly/1fStvtO.
________________

NB: Articolo uscito originariamente il 9 gennaio 2014 e aggiornato il 24 febbraio successivo.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ciao! Vorrei sapere se sia ancora valido quanto riportato nel documento o se siano intrevenute modifiche normative tali da cambiare la procedura. Grazie, Marta