mercoledì 18 settembre 2013

Gli ispettori SIAE sono pubblici ufficiali?

Gli ispettori SIAE sono pubblici ufficiali?

RISPOSTA: Sì, ma solo nell'esercizio delle loro funzioni di controllo. Infatti, la SIAE, pur nascendo come entità associativa di autotutela degli interessi economici degli autori, ha poi visto una trasformazione in ente pubblico e un progressivo ampliamento delle sue funzioni grazie ai vari interventi legislativi che le hanno attribuito veri e propri poteri di controllo e ispezione.
altre risposte su
aliprandi.org/pillole
Ne consegue che per giurisprudenza costante gli ispettori SIAE (indipendentemente che svolgano la loro attività in via subordinata o volontaria, retribuita o a titolo gratuito) debbano essere intesi come pubblici ufficiali, in quanto svolgono specifiche funzioni pubbliche (di carattere amministrativo e tributario), con redazione di verbali e atti certificativi autoritativi, ai sensi dell'art. 357 codice penale (norma che definisce il concetto di “pubblico ufficiale”).
Attenzione però, che solo alcuni degli operatori SIAE hanno specifiche funzioni di ispezione; altri hanno solo mansioni per così dire "d'ufficio".
E' comunque buona norma chiedere loro di qualificarsi correttamente all'inizio dell'eventuale controllo.
______________________

puntata n. 26 della rubrica "Chiedilo all'avvocato" per il sito Rockit.it. Vedi tutte le altre puntate.
Questa e molte altre risposte sono raccolte nel libro "Pillole di diritto per creativi e musicisti. 100 e più risposte su copyright, licenze, marchi e Siae".
_____________________________________________________________________

http://www.copyright-italia.it/cons-servizi


 
 

Nessun commento: