mercoledì 3 luglio 2013

Il diritto d'autore nell'era digitale: uno studio pilota su comportamenti, percezione sociale e livello di consapevolezza

Un articolo di Simone Aliprandi, pubblicato in JLIS - Italian Journal of Library and Information Science (Rivista italiana di biblioteconomia, archivistica e scienza dell'informazione), Vol. 5, n. 1 (2013) (vedi sito ufficiale della rivista).

Abstract
Questo articolo illustra la predisposizione di una ricerca empirica condotta in occasione di una tesi di dottorato e fornisce un resoconto sommario dei risultati ottenuti. La ricerca è dedicata al tema “Il diritto d'autore nell'era digitale: comportamenti, percezione sociale e livello di consapevolezza” ed è stata condotta attraverso una web-survey disponibile online per la compilazione tra il febbraio e il giugno 2011.
Nell'articolo si procederà dapprima a spiegare gli obbiettivi della ricerca e a presentare il questionario su cui è basata la survey. Si citeranno i principali nodi metodologici incontrati nella predisposizione della ricerca e i metodi utilizzati per la raccolta e l'analisi dei dati. Poi si renderà conto del numero totale delle risposte utili raccolte e della loro distribuzione per variabili demografiche (area geografica, età, titolo di studio, occupazione, tipologia di utenti). Si entrerà quindi nel cuore dei risultati raccolti, concentrandoci unicamente sui dati relativi allo Studio 1 – Italia, che denota la maggior rappresentatività delle risposte. Il commento dei dati raccolti (espressi in alcuni casi con l'ausilio di grafici a barre) verrà condotto sulla base dei tre macro-temi della ricerca: comportamenti (ovvero come gli utenti della rete sono soliti acquisire contenuti creativi e software); opinioni e percezione (ovvero come gli utenti della rete si rapportano al problema del copyright, quali sono le loro opinioni e percezioni rispetto ai temi più caldi in materia); livello di consapevolezza (ovvero qual è l'effettivo livello di informazione e consapevolezza dei meccanismi di funzionamento del copyright da parte dei comuni utenti della rete e non degli “addetti ai lavori”).

Sommario
1.Introduzione alla ricerca empirica condotta
1.1. Obiettivi della ricerca
1.2. La struttura del questionario
2. Informazioni sui rispondenti
2.1. Risposte totali
2.2. Area geografica
2.3. Fascia di età
2.4. Titolo di studio
2.5. Occupazione
2.6. Tipologia di utenti
3. Risultati più interessanti della ricerca
3.1. Comportamenti (sezione 2 del questionario)
3.1.1. L’uso della rete a fini di fruizione di contenuti creativi
3.1.2. Modalità di fruizione e acquisizione di contenuti creativi digitali
3.1.3. Supporto fisico vs file digitale
3.1.4. Modalità di ricerca e fruizione di brani musicali
3.2. Opinioni e percezioni (sezione 3 del questionario)
3.2.1. Diritto d’autore vs libertà digitali
3.3. La percezione dei comportamenti contrari al diritto d’autore
3.4. Livello di consapevolezza (sezione 4 del questionario)
3.4.1. Livello di curiosità sul tema ”diritto d’autore”
3.5. Informazione in materia di diritto d’autore
3.5.1. Effettiva conoscenza dei principi base del diritto d’autore
3.6. Tipologie di utenti: alcune considerazioni specifiche
3.6.1. Utenti generici
3.6.2. Utenti attivi
3.6.3. Utenti creativi
3.6.4. Utenti creativi professionali
4. Conclusioni
Riferimenti bibliografici


[è disponibile anche una versione inglese dell'abstract]

Nessun commento: