mercoledì 29 agosto 2012

Il software libero ha la priorità. Per legge!

Con le nuove modifiche apportate all'art. 68 del Codice dell'amministrazione digitale dalla Legge 134/2012, la Pubblica Amministrazione è formalmente tenuta a scegliere software open source ovunque possibile.

Nel testo riformato, infatti, l’ultimo comma dell’articolo sancisce che:
Solo quando la valutazione comparativa di tipo tecnico ed economico dimostri l’impossibilità di accedere a soluzioni open source o già sviluppate all’interno della pubblica amministrazione ad un prezzo inferiore, è consentita l’acquisizione di programmi informatici di tipo proprietario mediante ricorso a licenza d’uso.

Articolo uscito su Apogeonline il 29 agosto 2012.
Leggi l'intero articolo qui.

Nessun commento: