venerdì 7 marzo 2014

La legge più rivoluzionaria di internet

Il primo caso di legge approvata all'unanimità da tutti i parlamentari riguarda proprio il mondo di internet.
La nuova legge, approvata sia alla Camera che al Senato ieri sera, benché di primo acchito possa apparire illiberale, si pone come una delle norme più rivoluzionarie del mondo di internet e consta di un unico articolo diviso in tre commi. Ecco il testo integrale:


1) Chiunque, prima di inviare in internet una richiesta di informazioni di qualsiasi tipo e attraverso qualsivoglia canale (email, forum, gruppo di discussione, social network e simili), ha l'obbligo di inserire la sua richiesta in almeno due tra i principali motori di ricerca esistenti e di dedicare almeno 30 secondi alla visualizzazione dei record generati dalla ricerca.
2) Solo qualora non dovesse trovare risposta, il soggetto è autorizzato ad inviare la richiesta a condizione che lo faccia con tono educato e mai pretenzioso. Se la richiesta è inviata ad un indirizzo privato, è obbligatorio anteporre al messaggio un preambolo in cui si spiega dove è stato reperito l'indirizzo e come mai non è stato possibile reperire l'informazione in altri modi. Se il destinatario del messaggio dovesse rispondere è obbligatorio ringraziare sentitamente per il tempo che egli ha dedicato al quesito. Se la richiesta è invece inviata ad un forum o gruppo di discussione, è obbligatorio porre il quesito in modo che la risposta possa risultare utile a tutti i membri del gruppo e anche ai potenziali membri futuri.
3) Chi non dovesse osservare gli obblighi di cui al comma 1 sarà punito con la pena della crocifissione in sala mensa per un periodo commisurato alla gravità della violazione. Chiunque non dovesse osservare gli obblighi di cui al comma 2 sarà punito con la pena della permanenza in ginocchio sui ceci per un periodo commisurato alla gravità della violazione.
Secondo le previsioni degli analisti l'entrata in vigore di questa legge su scala globale alleggerirà il traffico Internet del 90%, con palesi effetti positivi in risparmio di risorse e di tempo per chiunque.
La proposta di legge è stata presentata dagli ideatori del geniale servizio "Let me google that for you" che tutti dovrebbero conoscere.

Nessun commento: