domenica 24 febbraio 2019

Disponibile stanza nel mio studio di Lodi

Come già spiegato in un precedente post, nei mesi scorsi mi sono attivato per ristrutturare l'ufficio di Lodi in cui da anni svolgiamo l'attività professionale sia io sia mio padre. La ristrutturazione è stata mirata ad un utilizzo degli spazi più razionale e ottimizzato, di conseguenza ora una delle due stanze prima utilizzate da noi risulta invece disponibile per un altro professionista (possibilmente un altro avvocato, o eventualmente un commercialista) che avesse bisogno di una base in centro a Lodi.

Descrizione degli spazi

L'ufficio è in via Legnano, in pieno centro storico a Lodi, a 50 metri dall'area pedonale di Corso Roma; ha finiture di pregio: pavimento in parquet e in marmo bianco appena lucidati, finestre efficienti a livello acustico e termico, porte nuove con serrature a cilindro Yale, riscaldamento autonomo e con caldaia di ultima generazione, illuminazione a LED di ultima generazione. La stanza ha una metratura di circa 15 mq ed è completamente arredata con mobili di pregio: scrivania signorile con cassettiera in noce massello, tavolino separato in noce massello, libreria in  noce massello con vetrinetta, poltrona presidenziale in vera pelle, due poltroncine design anni 60 originali in pelle nera, divanetto in vera pelle. L'utilizzo della stanza comprende anche l'accesso alle zone comuni che, oltre al corridoio di ingresso, comprendono la stanza-archivio con fotocopiatrice e il bagno.
Dalle immagini e dal video qui sotto potete verificare coi vostri occhi quanto descritto.

Descrizione dei servizi offerti

Oltre all'utilizzo degli spazi privati e condivisi sopra descritti, la sottoscrizione del contratto comprende anche il riscaldamento, l'energia elettrica, la linea telefonica (con connessione internet su fibra via wifi), l'uso della stanza-archivio, l'uso di armadietto personale (con chiave) nel locale bagno, le pulizie periodiche.

Canone

Il canone mensile richiesto per l'utilizzo degli spazi e dei servizi secondo quanto descritto è di € 295 (duecento novanta cinque) con emissione di fattura, in quanto contratto di prestazione di servizi rientrante nella mia attività professionale (la somma è già comprensiva anche del 4% per quota previdenziale). La fattura verrà emessa mensilmente e il contratto avrà durata di 24 mesi con preavviso di recesso di 3 mesi.


IMMAGINI E VIDEO DELL'UFFICIO







venerdì 15 febbraio 2019

Un mio corso sulla tutela di arte e design all'Università di Bolzano

Oltre al già annunciato incarico di docenza presso l'ISIA di Firenze, questa primavera sarò impegnato anche in un altro mini-corso in terra altoatesina. Nel mese di maggio, infatti, sarò docente a contratto presso la Libera Università di Bolzano per un corso di 18 ore intitolato "Tutela e gestione dei diritti sulle opere di design" all'interno del Corso di laurea in Design e Arti.
Sul sito ufficiale dell'ateneo si trova il syllabus completo del corso (link).



domenica 3 febbraio 2019

La mia nuova avventura come professore a contratto all'ISIA di Firenze

Quest'anno inizia per me una nuova avventura nel mondo accademico: sono stato infatti incaricato come docente a contratto presso l'ISIA di Firenze.
Per chi non conoscesse l'ISIA, l'acronimo sta per Istituto Superiore per le Industrie Artistiche ed è «un istituto pubblico di livello universitario del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) che da 50 anni si occupa di formazione e ricerca nell’ambito del design. Propone un’offerta formativa di primo e secondo livello: un triennio di base in Design e un biennio specialistico in Design con indirizzo “Design del prodotto industriale e dei sistemi” e “Design della comunicazione e del prodotto digitale”». [Trovate maggiori dettagli, oltre che sul sito dell'ente, anche sulla relativa pagina di Wikipedia]
Mi occuperò di un corso semestrale intitolato "Gestione dell'attività professionale" (settore disciplinare ISSE/02); una dicitura abbastanza ampia nella quale, in accordo con ISIA e nel rispetto dei requisiti ministeriali, cercherò di far rientrare tutti gli aspetti teorici e strategici che è importante conoscere quando si vuole aprire una attività da libero professionista o da piccolo imprenditore, ovviamente con un occhio di riguardo al settore del design e più in generale della creatività.
L'idea è quindi di portare non solo le mie conoscenze in campo legale e fiscale, ma anche la mia esperienza diretta (ormai più che decennale) di libero professionista; e ovviamente non potrà mancare una cospicua parte del corso dedicata all'ambito (a me molto caro) della proprietà intellettuale e alle modalità di tutela e gestione dei diritti sulle opere creative e sulle opere di design nello specifico.
Il corso che sarà di 48 ore totali e sarà suddiviso in 12 mezze giornate di 4 ore ciascuna, a partire dall'inizio di marzo per arrivare a fine maggio.
Ringrazio la direzione accademica di ISIA Firenze per avermi offerto questa opportunità e confido di trovare una buona risposta da parte degli studenti. Ad ogni modo, come di consueto, vi terrò aggiornati sulle mie trasferte fiorentine attraverso ai miei profili social. Quindi... keep in touch.
Nella foto qui sotto, il suggestivo edificio che ospita l'ISIA Firenze all'interno del parco di Villa Strozzi.


sabato 2 febbraio 2019

Diritto e Creative Commons in fotografia. Un ottimo white paper in italiano e tedesco

Nelle scorse settimane è stato diffuso il documento "L’immagine: diritto e Creative Commons in fotografia", white paper realizzato nell’ambito del progetto Interreg “Argento vivo. Fotografia patrimonio culturale” (www.lichtbild-argentovivo.eu) nel quale ho avuto il piacere di essere coinvolto. Nel gennaio del 2018 ero stato infatti tra i relatori di un omonimo convegno tenutosi all'Eurac di Bolzano; nei mesi successivi i coordinatori del progetto si sono attivati per raccogliere gli atti del convegno in questo documento che trovo estremamente utile e ben fatto poiché contempera con equlibrio sia gli aspetti teorici sia quelli pratici. Inoltre tratta gli argomenti dal punto di vista sia del diritto italiano sia del diritto austriaco ed è stato rilasciato sia in lingua inglese sia in lingua tedesca (è in studio anche una versione inglese).

INDICE DEI CONTRIBUTI
  • Prefazione (Richard Piock)
  • I diritti d’immagine in Austria (Rainer Beck)
  • Fotografia e diritti d’immagine nel diritto italiano (Simone Aliprandi)
  • Facilitare l’utilizzo di fotografie storiche. Open data in campo culturale (Ivo Planötscher, Verena Malfertheiner)
  • L’immagine: diritto e Creative Commons in fotografia. Alcune nozioni sul diritto in fotografia (Alessandro Campaner, Marlene Huber, Simone Aliprandi)
  • Domande sui diritti d’immagine nella vita di tutti i giorni (Notburga Siller)
  • Bibliografia e link consigliati

Qui sotto nel post trovate "embeddata" la versione integrale del documento, mentre a questo link trovate invece l'estratto con solo il mio contenuto.
Le versioni in tedesco sono invece disponibili sul sito del progetto. Infine è disponibile anche una versione "elearning" navigabile online.