mercoledì 21 ottobre 2015

Linux Day 2015: ci vediamo a Modena?

Come ogni anno alla fine di ottobre si tiene il LinuxDay, evento di rilievo nazionale giunto ormai alla quindicesima edizione. Quest'anno sarò relatore presso l'appuntamento organizzato a Modena dall'associazione ConoscereLinux e dal Comune di Modena presso il Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche (via Campi 213) del locale ateneo.

Riporto di seguito il programma della giornata, mentre a questo link potete scaricare il depliant integrale.
Ospite di eccellenza dell'appuntamento modenese sarà Alessandro Rubini, "software liberista" di lungo corso e ora anche vicepresidente di Free Software Foundation Europe.
Ovviamente l'ingresso è libero ma suggerisco di registrarvi comunque sul sito ufficiale http://linuxday.conoscerelinux.it/.

[Addendum] Le slides utilizzate per il mio intervento




______________________________

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

9:00 – 9:30 [Aula 1]
Benvenuto e apertura lavori (Michele Colajanni – Direttore Centro di Ricerca Interdipartimentale sulla Sicurezza Informatica e Prevenzione dei Rischi CRIS; Ludovica Carla Ferrari – Assessore alla Smart City del Comune di Modena; Chairman: Riccardo Lancellotti e Marcello Missiroli, UNIMORE)
09:30 – 10:15 [Aula 1]
Software libero e hardware libero (Alessandro Rubini – Software liberista)
http://www.linux.it/~rubini/
10:15 – 11:00 [Aula 1]
+ Informatica – Computer (Renzo Davoli – Professore di informatica all’Università di Bologna)
https://it.wikipedia.org/wiki/Renzo_Davoli
11:00 – 11:30  [Aula 1]
Linux e microcontroller (Andrea Manni – Maker)
11:30 – 13:00 [Aula 1]
Makeit Modena e Conoscere Linux: Progetti 2016
  • OfficeBox – Massimiliano Rosi
  • Aperto ma corto, prove di cortometraggio – Luca Zomparelli
  • RaspiCAM telecamera 3D con RaspberryPI – Moreno Razzoli
  • RaspBeer produciamo la birra con  RaspberryPI – Stefano Inferrati
13.00 – 14:00 Pausa Pranzo
14.00 – 15:00 [Aula 1]
Applicazioni con Arduino (Andrea Manni – Makeitmodena)
15:00 – 16:00 [Aula 1]
Introduzione ai Cluster e all’High Performance Computing (Francesco Nigro – Do IT Systems)
16:00 – 17:00 [Aula 1]
Tutto vietato tranne ciò che è permesso. Problemi di un copyright “closed by default” (Simone Aliprandi – Avvocato e responsabile del Progetto Copyleft-Italia.it)
– – – – –
14:00 – 16:00 [Aula 2]
Try2Hack (HackTeam ConoscereLinux)
16:00 – 17:00  [Aula 2]
Anatomia di una vulnerabilità (Daniele Stanzani – Pandigital)
– – – – –
14.00 – 17:30 [Aula 3]
Nodeschool: sviluppare software per il web (Simone Busoli – Chapter Nodeschool Modena)
– – – – –
14:00 – 16:00 [Aula 4]
Introduzione alla programmazione in Python (Luca Zomparelli – ConoscereLinux)
– – – – –
14.30 – 15.30 [Aula 5]
Prepariamo un modello per la stampa 3D con Blender (Alessandro Zomparelli – ConoscereLinux)
15.30 – 17.30 [Aula 5]
Programmazione web socket con Django (Saverio Patruno – ConoscereLinux)
– – – – –
Nell'atrio, dimostrazioni di stampa 3D in tempo reale.

lunedì 19 ottobre 2015

La firma digitale non è valida di fronte al Giudice di Pace

Come già fatto dal collega Francesco Posati, anch'io segnalo questa curiosa decisione del Giudice di Pace di Roma che mostra un altro empasse surreale del diritto italiano in materia di digitalizzazione del processo civile e più in generale della burocrazia.

Ecco un estratto della decisione e lo scan integrale del documento (cliccate sull'immagine per ingrandirla):
Ritenuto che non essendo allo stato operative le norme sul P.C.T. nel procedimento avanti al Giudice di Pace, non possa ritenersi la validità della firma digitale apposta dal difensore all'atto di citazione in luogo della sottoscrizione a penna; 
Ritenuto che per avviare correttamente l'azione giudiziaria ci si sarebbe dovuti avvalere dell'opzione operativa che consente la notifica a mezzo p.e.c. di atti e/o documenti NON generati telematicamente, non potendo allo stato sussumersi la validità della firma digitale opposta qui in calce all'atto di citazione.


domenica 18 ottobre 2015

Quattro frequenti equivoci sul diritto d'autore. Videolezione per AndriaLearning

Francesco Leonetti (www.espertoweb.it) mi ha invitato a realizzare una videolezione sui concetti base del diritto d'autore per il sito AndriaLearning da lui curato per l'Assessorato Innovazione Tecnologica del Comune di Andria (BT).
AndriaLearning offre lezioni di alfabetizzazione digitale, aperte gratuitamente a tutta la cittadinanza. Al suo interno sono anche erogati corsi per la formazione continua online del personale in servizio nella nostra Pubblica Amministrazione.Si parla di internet, motori di ricerca, posta elettronica, Facebook, privacy, copyright digitale e così via. Ogni settimana viene pubblicata una nuova lezione.
Ho scelto di intitolare la lezione Quattro frequenti equivoci sul diritto d'autore, facendo una breve introduzione a che cosa sia il diritto d'autore e illustrando quattro grandi "leggende metropolitane" che spesso incontro nella mia attività di divulgazione e formazione sul copyright.
Qui trovate il video e le slides utilizzate. NB: entrambi sono rilasciati con licenza Creative Commons Attribution 4.0 International.

IL VIDEO

LE SLIDES


mercoledì 14 ottobre 2015

Quando non c'è una licenza. Lo strano principio open by default sui dati delle PA

Condivido qui le slides e il filmato integrale del mio intervento presso il IV Convegno SITAR (Roma, 14 ottobre 2015) intitolato "Pensare in rete, pensare la rete per la ricerca, la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico" e dedicato al tema dell'open data in ambito di dati archeologici (vedi programma completo).
Passaggio essenziale in questo tipo di approfondimenti è innanzitutto comprendere realmente quali sono i diritti che entrano in gioco, passaggio che a sua volta dipende dal tipo di materiale di cui si tratta (opera creativa, opera di documentazione, banca dati?). La lettura delle slides comunque dovrebbe aiutare a mettere a fuoco la struttura logica di questi passaggi e a comprendere il quadro normativo di riferimento.
Il mio intervento  ha seguito quello del collega Ernesto Belisario intitolato "Il Freedom of Information Act e la libera circolazione dei dati della Pubblica Amministrazione: prospettive nel settore dei beni culturali" (vedi video).
Per approfondire il tema segnalo il post Tutto quello che dovete sapere sull'open data (dal punto di vista giuridico) in cui troverete altre slides e intere videolezioni.






martedì 13 ottobre 2015

La proprietà intellettuale condivisa e gli archivi aperti: 21 ottobre a Sassari

In occasione della Settimana internazionale dell'Open Access, l'Università di Sassari mi ha invitato come docente per un seminario formativo intitolato "La proprietà intellettuale condivisa e gli archivi aperti",  che si terrà mercoledì 21 ottobre presso l'Aula B1 del Dipartimento di Scienze economiche e aziendali in Via Muroni 25. Ingresso libero.

Programma della giornata

  • 9.30-11.30: Il diritto della proprietà intellettuale nel mondo della ricerca (Simone Aliprandi)
  • 11-30-11.45: Coffee break
  • 11.45-13.30: Libere utilizzazioni e licenze open (Simone Aliprandi)
  • 13.30-14.30: Pausa pranzo
  • 14.30-16.30: Open Access un valore per chi fa ricerca (Elena Giglia)
  • 16.30-17.30: Presentazione e funzionalità dell'archivio istituzionale UnissLaure@ (Magda Sanna, Elisa Meloni, Chiara Mandarese)

Il seminario, inoltre, sarà un momento di confronto e valutazione sulle sfide offerte dall'Open Access, considerando la prossima messa in produzione del Catalogo della ricerca IRIS da parte del nostro Ateneo. Maggior informazioni sulla pagina dell'evento: http://sba.uniss.it/?q=node%2F281.

[ADDENDUM] Le slides da me utilizzate




sabato 10 ottobre 2015

Immagini e testi online: il diritto d’autore alla prova del web. Seminario a Torino

Martedì 20 ottobre, in occasione della Open Access Week, sarò all'Università di Torino per tenere un seminario dal titolo "Immagini e testi online: il diritto d’autore alla prova del web". La sede è la prestigiosa Aula Magna della Cavallerizza Reale in via Verdi 9.

Breve presentazione del seminario

Come si concilia il diritto d’autore con la pratica quotidiana della condivisione di testi e immagini su Internet? Come non violare il diritto altrui e come tutelare i propri diritti? Come mettere online risorse educative aperte?
Il seminario si rivolge ai docenti che utilizzano immagini e testi nelle loro lezioni, a chi si occupa di e-learning, a chi supporta le pratiche di deposito in Open Access.

Programma della giornata

  • 10.30: Introduzione di Elena Giglia (Università di Torino)
  • 11.00-12.00: Il diritto d’autore: fondamenti teorici
  • 12.00-13.00: Pubblico dominio e libere utilizzazioni
  • Pranzo (libero)
  • 14.00-15.00: Le licenze Creative Commons
  • 15.00-16.00: Casi pratici relativi a testi e immagini online
  • 16.00-16.30: Dibattito e conclusioni

[addendum] I filmati integrali del seminario (mattina / pomeriggio)

-- video e slides sono sotto licenza CC by-sa 4.0 --


[addendum] Le slides utilizzate per il seminario




giovedì 8 ottobre 2015

Tutela e gestione dei diritti sul software: corso per gli ingegneri modenesi

Segnalo il programma di un corso che mi è stato commissionato dall'Ordine degli Ingegneri di Modena per la mattina di sabato 24 ottobre (4 crediti formativi).
La partecipazione al seminario è gratuita. L’iscrizione è obbligatoria attraverso il portale www.iscrizioneformazione.it entro il 17 ottobre.

Breve presentazione del seminario

Spesso l'ingegnere del software opera concentrandosi unicamente sugli aspetti tecnici e funzionali. Questo seminario vuole invece approfondire aspetti normativi e giuridici legati alla produzione del software, spesso trascurati, agevolando la tutela della professione.

Programma della mattinata

  • ore 9.00-9.30: Registrazione partecipanti
  • ore 9.30: Inizio seminario sui seguenti temi:
    • Introduzione: principi base di diritto d'autore 
    • L'opera software tra copyright e brevetto 
    • Inquadramento dell'opera software secondo il diritto d'autore italiano 
    • Titolarità e gestione dei diritti d'autore sul software 
    • Il software libero/open source e le relative licenze 
  • ore 13.00: Termine dei lavori 

[Addendum] Le slides utilizzate per il corso






lunedì 5 ottobre 2015

What is the economic value of open source software? A report by Linux Foundation

The Linux Foundation has carried out a quantitative study to try to determine the economic value of open source software. The result is that the value of all projects managed by the foundation can be estimated at 5 billion dollars.
Here is the summary table and the complete report entitling A $5 Billion Value: Estimating the Total Development Cost of Linux Foundation’s Collaborative Projects (realized by Jeff Licquia and Amanda McPherson).





giovedì 1 ottobre 2015

Open data per valorizzare il patrimonio archeologico: a Roma il IV convegno SITAR

Mercoledì 14 ottobre sarò relatore nel IV convegno di studi SITAR "Pensare in rete, pensare la rete per la ricerca, la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico" che si terrà a Roma presso Museo Nazionale Romano (Palazzo Massimo alle Terme, Largo di Villa Peretti 1).
Di seguito, il programma definitivo della giornata. Per i titoli degli interventi si invita a visionare la brochure riportata come immagine (cliccando sull'immagine si ingrandisce e diventa più leggibile). Altri dettagli sul sito ufficiale dell'evento.

[ADDENDUM] L'evento è stato ripreso e trasmesso in streaming. Appena possibile segnalerò dove poter visualizzare i filmati e le relative slides e relazioni scritte.
Le slides del mio intervento ("Quando non c'è una licenza. Lo strano principio open by default sui dati delle PA") sono disponibili qui: http://aliprandi.blogspot.it/2015/10/quando-non-licenza-open-by-default-sitar.html.





9.00: Saluti e presentazione di Francesco Prosperetti (Soprintendente per l’Archeologia di Roma)

9.30: PRIMA SESSIONE - La gestione del patrimonio culturale digitale: contenuti, licenze, servizi
chairman: Silvia Orlandi   --  Interventi di:

  • Caterina Bon Valsassina (MiBACT – Direttore Generale Educazione e Ricerca)
  • Federico Ruggieri (Direttore GARR)
  • Laura Moro (MiBACT – Direttore ICCD)
  • Riccardo Pozzo (CNR - Dipartimento Scienze umane e sociali - Patrimonio culturale)
  • Simonetta Buttò (MIBACT, Direttore ICCU)

11.10: Pausa caffè

11.40: SECONDA SESSIONE - La diffusione del Patrimonio Culturale Digitale: aspetti giuridici e culturali
chairman: Daniele Manacorda  --  Interventi di:


13.10 - 13.40: Discussione

13.40 - 15.00: Pausa pranzo

15.00: TERZA SESSIONE - Good practices di Open Data, Open Knowledge, Open Science
chairman: Paola Moscati  --  interventi di:

  • Franco Niccolucci (ARIADNE - Project scientific committee)
  • Alessia A. Glielmi (CNR)
  • Giovanni Azzena (Università di Alghero)
  • Massimo Osanna (Soprintendente di Pompei, Ercolano e Stabia), F. Sirano (OpenPompei), G. Zuchtriegel (Direttore Parco Archeologico di Paestum)
  • Patrizia Basso, Alberto Belussi, Piergiovanna Grossi, Sara Migliorini (Università di Verona; Soprintendenza Archeologica del Veneto)

16.40 - 17.30: Discussione e conclusione lavori

17.30 - 18.30: Paolo Carafa e Maura Medri presentano il volume "Il SITAR nella Rete della ricerca italiana. Verso la conoscenza archeologica condivisa" (atti convegno SITAR 2013)

18:30 Brindisi di saluto