lunedì 28 settembre 2015

Proprietà intellettuale e comunicazione scientifica nella società dell'informazione: seminario a Camerino

Lunedì 12 ottobre 2015 sarò a Camerino (MC) presso la School of Advanced Studies (Conference Room, via Lili 55) per una giornata di formazione intitolata "Proprietà intellettuale e comunicazione scientifica nella società dell'informazione" che avrà il seguente programma:

mattina (ore 9.30 - 13.00)
  • Introduzione al diritto della proprietà intellettuale
  • Fondamenti dei principali istituti: copyright, brevetti, marchi
  • Cosa tutela davvero il diritto d’autore?
  • Diritti morali, diritti di utilizzazione economica e diritti connessi
  • Riflessioni sul copyright nel mondo digitale

pomeriggio (ore 14.00 - 17.30)
  • Libere utilizzazioni e open licensing
  • Introduzione: la gestione del diritto d’autore in ambito accademico
  • Fair use, libere utilizzazioni ed eccezioni al diritto d’autore
  • Il fenomeno open licensing: le licenze
  • Creative Commons e simili
  • Cenni su open access, open content, open data
L'accesso è libero. Maggiori dettagli sul sito ufficiale dell'Università di Camerino.
_____________________________

[Addendum] Le slides utilizzate per il seminario


lunedì 21 settembre 2015

Le licenze Creative Commons per le produzioni musicali: seminario presso la Scuola-Bottega per la musica

Riporto le slides da me utilizzate per il seminario "Le licenze Creative Commons per le produzioni musicali" da me tenuto sabato 19 settembre 2015 all'interno della Scuola-Bottega per la Musica promossa da ARCI (vedi post precedente).
Riporto di seguito anche una fotografia scattata durante la lezione dagli organizzatori. Appena disponibile verrà aggiunto il filmato integrale della mattinata.





giovedì 10 settembre 2015

A Brescia la Scuola-Bottega per la Musica promossa da ARCI

L'ARCI Comitato Provinciale di Brescia (www.arcibrescia.it) ha promosso un meritorio progetto mirato alla formazione a 360 gradi dei professionisti della musica, "con l’obiettivo ambizioso di formare nuove giovani eccellenze capaci di conoscere a fondo l’intero mondo che ruota attorno alla musica dal vivo".
Si chiama Scuola-Bottega per la Musica e consiste in un ciclo di seminari e incontri con gli esperti del settore che si svolgeranno il sabato mattina presso LA FABBRICA DEI MESTIERI in Via G. D’Annunzio 5 a Brescia.

Il tutto è stato inaugurato sabato scorso con l'intervento di Giordano Sangiorgi (Lo Scenario Storico-Economico del Mondo Musicale. Quale Mercato Discografico per gli Anni ’10) e proseguirà questo sabato con Giorgio Benati (Tecniche Manageriali Alternative: Da Sun Tzu a San Benedetto). Sabato 19 settembre (dalle ore 9:30 alle 13) sarà invece il mio turno per una lezione dal titolo "Le licenze Creative Commons per le produzioni musicali"; dopo di che si proseguirà fino a dicembre con cadenza settimanale, affrontando tutti gli aspetti chiave del mondo musicale: promozione e comunicazione, organizzazione eventi, crowdfunding, finanziamento di edizioni e progetti culturali...
Il programma completo è disponibile qui; per maggiori informazioni si veda il sito ufficiale dell'iniziativa https://scuolabottega.wordpress.com/.

NB: visto il successo dell'iniziativa le iscrizioni purtroppo risultano chiuse.

martedì 8 settembre 2015

La gestione dei diritti di proprietà intellettuale nell'era dell'accesso aperto: corso in Friuli

Mercoledì 23 settembre sarò relatore in un evento formativo organizzato dal Centro di Riferimento Oncologico di Aviano (PN) in collaborazione con AIB Friuli-Venezia Giulia e intitolato "La gestione dei diritti di proprietà intellettuale nell'era dell'accesso aperto". Gli altri relatori saranno Cristina Cocever, Elena Giglia, Mauro Mazzocut, Ivana Truccolo.
L'evento durerà tutta la giornata (dalle 8:45 alle 17:15, con pausa pranzo) e si terrà ad Aviano presso la Sala Convegni di via Franco Gallini 2. Partecipazione gratuita previa iscrizione (si veda il sito ufficiale dell'iniziativa).

Programma della giornata


08:45 - 09:00: Test di ingresso - Introduzione al corso: di cosa parliamo
Docenti: COCEVER CRISTINA, TRUCCOLO IVANA - Supplenti: DE PAOLI PAOLO

09:00 - 09:15: L'archivio ArTS dell'Università di Trieste
Docenti: COCEVER CRISTINA - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

09:15 - 09:30: Introduzione al movimento dell'Open Access (OA)
Docenti: GIGLIA ELENA - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

09:30 - 10:00: Il concetto di Openess nelle sue varie declinazioni
Docenti: GIGLIA ELENA - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

10:00 - 11:00: OA e pubblicazioni scientifiche: le due vie dell'OA in pratica
Docenti: GIGLIA ELENA - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

11:15 - 11:45: Il diritto di proprietà intellettuale. Breve disamina dei principali istituti: copyright, brevetti, marchi
Docenti: ALIPRANDI SIMONE - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

11:45 - 12:30: Diritto d'autore: tipi di diritti d'autore e diritti connessi
Docenti: ALIPRANDI SIMONE - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

12:30 - 13:00: Il diritto d'autore nel mondo digitale
Docenti: ALIPRANDI SIMONE - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

14:00 - 15:00: Licenze libere: Creative Commons e simili
Docenti: ALIPRANDI SIMONE - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

15:00 - 16:00: Quesiti da parte dei partecipanti in tema di Open Access e copyright
Docenti: ALIPRANDI SIMONE, COCEVER CRISTINA, GIGLIA ELENA - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

16:00 - 16:30: La policy in tema di OA delle Università di Torino e Trieste
Docenti: COCEVER CRISTINA, GIGLIA ELENA - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

16:30 - 17:00: Presentazione di CRO OpenDocuments. Proposta di policy in tema di OA al CRO
Docenti: MAZZOCUT MAURO, TRUCCOLO IVANA, ROMANO TRAMPUS, JORDAN Piščanc - Supplenti: COCEVER CRISTINA, GIGLIA ELENA

17:00 - 17:15: Test finale di apprendimento
Docenti: MAZZOCUT MAURO - Supplenti: TRUCCOLO IVANA

Breve presentazione del corso

Da anni si sta diffondendo nel mondo della ricerca un movimento globale di accesso aperto, meglio conosciuto come "Open Access" (OA). Lo scopo è quello di rendere fruibili a chiunque i risultati di una ricerca, nell'immediato e senza alcuna restrizione sul riuso, purché sia attribuita la paternità dell'opera. Open Access sia in riferimento a pubblicazioni scientifiche, sia in riferimento ai dati per esempio della ricerca stessa, che potranno essere resi pubblici (Open Data). L'accesso aperto e le risorse web incrementano la rapidità e la facilità di accesso ai contenuti, sembrerebbe dunque essere il canale preferenziale della libera informazione. I vantaggi del modello OA sono molteplici e tangibili da differenti punti di vista. Per l'Autore, ad esempio, l'accesso aperto comporta una maggiore visibilità dei propri lavori e la possibilità di nuove metriche di valutazione dell'impatto, differenti dall'Impact Factor. Cresce inoltre la consapevolezza sulle proprie possibilità di pubblicazione e si possono mantenere i diritti essenziali di copyright che solitamente venivano ceduti all'Editore. Conveniente anche per i ricercatori, che hanno in questo modo la possibilità di accedere più facilmente ai risultati delle ricerche. I vantaggi sembrano davvero molteplici e la Comunità Europea ha già mosso i suoi passi a sostegno dell'accesso aperto, promuovendo progetti sull'OA in cui anche l'Italia è coinvolta. Horizon 2020, per esempio, il programma di finanziamento europeo per progetti di ricerca, incoraggia l'accesso aperto come modalità di divulgazione scientifica. L'era Open però chiama ciascuno di noi, e non più solo gli addetti ai lavori, a una maggiore consapevolezza sul tema dei diritti di proprietà intellettuale, sia dal punto di vista del titolare dei diritti sia dal punto di vista dell'utilizzatore. Scopo del corso è:
- chiarire i termini del concetto di OA, di quello complementare della gestione del diritto d'autore nell'era digitale e delle licenze "Creative Commons";
- presentare le policy istituzionali già attive o in formazione, in tale settore.
Il Corso è rivolto a ricercatori, bibliotecari, personale tecnico-amministrativo coinvolto nella gestione dei prodotti della comunicazione scientifica.

_____________________________

[Addendum] Le slides del mio intervento