sabato 28 giugno 2014

Vecchio continente, nuove biblioteche. Copyright sempre più anacronistico

L’Avvocato Generale è favorevole alla possibilità di digitalizzare i libri custoditi e offrire la possibilità di stampe parziali.

La Corte di Giustizia UE ci sta abituando a decisioni di indubbio peso che vanno nella direzione di una irrinunciabile presa di coscienza sulla inadeguatezza dei criteri tradizionali del copyright rispetto al mondo digitale.
Dopo la sentenza sulla libertà di link di qualche mese fa e dopo quella più recente sulla portata del copyright nell’ambito della semplice attività di... [continua]

Articolo uscito su Apogeonline il 27 giugno 2014.
Leggilo qui.

Nessun commento: